02 maggio 2017

Diario di Bordo: NAPOLI COMICON 2017

Che dire? Dopo 4 giorni di Comicon è dura tornare alla "normalità"!

Il viaggio non è iniziato proprio benissimo (considerando che abbiamo bucato sotto la pioggia) ma la situazione fortunatamente è andata poi tutta a migliorare!

Ho mangiato COSE BUONISSIME anzi MI HANNO RIMPINZATA di cose buonissime:
Parmigiana, Pastiera, Graffe, Casatiello... MARONN'! Se volete mangiare LA PIZZA con la P maiuscola dovete andare a Napoli. Non c'è niente da fare. MAI mangiato una pizza così gustosa! Mi hanno rinominata "pozzo senza fondo"... io! Il che è tutto un dire!

Ringrazio ancora Valentina e Daniele per TUTTO (soprattutto per gli scleri prima di dormire che sono stati un qualcosa di fantastico!)
I ragazzi della Noise Press per avermi dato l'opportunità di collaborare a The Kabuki Fight 
CHE PER CHI NON LO SAPESSE HA FATTO SOLD OUT!! 




Certo che un conto è leggere il proprio nome su un cartaceo autoprodotto, un altro vederlo su un fumetto che è già in vendita su Amazon e che presto verrà distribuito in librerie e fumetterie!

 

Grazie agli autori conosciuti in fiera che pur non avendomi mai visto prima del Comicon mi hanno dato consigli, supportata e sopportata durante LE INTERMINABILI CENE (a causa del mio TARTABRADIPISMO nel mangiare che a quanto pare si attenua con Pasquale Qualano vicino LOL).


Grazie ai fan che sono passati a trovarmi anche solo per un abbraccio e un autografo, grazie a chi ha comprato "Un anno da Cartoon" e chi invece "The kabuki Fight" sulla fiducia.
Non credo si aver mai vissuto così a pieno una fiera prima d'ora. Stanchezza? Non ne ho vista l'ombra! (Il vero trauma è stato svegliarsi stamattina per tornare in ufficio ARGH!).
Ho assaporato ogni singolo istante (anche le file interminabili per entrare, sotto il sole cocente).
Ho riso tantissimo, ho mangiato tantissimo, ho sconosciuto nuovi autori (non mi permetto di chiamarli colleghi perché NON SONO DEGNA, NON SONO DEGNA) e ricevuto TANTI ma TANTI complimenti  da chi DI DOVERE sulla mia Ieia, il che ha fatto decollare la mia autostima dopo mesi *imita il rumore di un razzo*.

Sono tornata a casa con la consapevolezza che il mio lavoro piace, funziona e che è questa è la mia strada, Sient'a me: NUN CE STA NIENT'A FA!




banner
Previous Post
Post successivo

0 commenti: