23 maggio 2016

Diario di bordo: ARF 2016


Parliamo di questa seconda edizione dell’ARF!Nuova location, molto suggestiva (anche se per certi versi un pò inquietante, considerando che si tratta di un ex-mattatoio!).Tanta gente, tanti stand, tanto colore e tanta allegria (complice anche la splendida giornata di sole dopo mesi di grigiume!).

Dal canto mio sono riuscita a salutare gran parte delle persone che mi ero ripromessa di vedere e ho avuto modo di conoscere e parlare con così tanta gente che sono ancora intontita. 
Sono rimasta piacevolmente sorpresa dal fatto che la maggior parte delle volte il nome “ieia” arrivasse prima di me:
Prima di presentarmi sapevano già chi fossi e (superata l’emozione/panico iniziale) posso dirvi che è davvero gratificante! Sapere che così tante persone hanno avuto modo di vedere, sorridere con i miei disegni ed apprezzare me e il mio lavoro mi ha davvero riempito il cuore di gioia (ci sono state un paio di occasioni in cui stava per scendere la lacrimuccia MA mi sono prontamente trattenuta!)

Sono tornata dall’Arf con la consapevolezza che le nottate a lavorare, le rinunce, i sacrifici, la dedizione e l’amore per il proprio lavoro possono davvero dare dei risultati concreti.

banner
Previous Post
Post successivo

0 commenti: